“Cristo ha più amato che sofferto” San Giovanni d’Avila

Non mi muove, mio Dio, per amarti
il cielo che mi hai promesso
né mi muove il tanto temuto inferno,
a lasciare per questo di offenderti.
Tu mi muovi, Signore! Mi muove vederti
inchiodato in una croce e schernito!
Mi muove vedere il Tuo Corpo tanto ferito.
Mi muovono i Tuoi affronti e la Tua morte. Mi muove, alfine, il Tuo Amore in tal modo,
che, anche se non avessi Cielo, io Ti amerei,
e, anche se non avessi inferno Ti temerei.
Non devi darmi nulla perché Ti ami,
perchè, anche se non sperassi quanto spero,
lo stesso che Ti amo Ti amerei.

( Sonetto anonimo attribuito a San Giovanni d’Avila, Santa Teresa d’Avila e San Francesco Saverio )

CRISTO HA PIU’ AMATO CHE SOFFERTO

Dunque Cristo ha più amato che sofferto! O amore di un Dio, tu sei tanto più grande di quanto tu riesca a dimostrarlo! Le piaghe del tuo corpo ci parlano del tuo amore, ma non abbastanza della grandezza di questo amore. È nell’intimo del tuo cuore che è nascosta questa grandezza. Le piaghe sono solo una scintilla di questo immenso amore.
Il più grande segno dell’amore è dare la vita per i propri amici. Ma tanto non poteva bastare a Cristo… Ed è proprio questo grado di amore che fa impazzire le anime buone, che le lascia interdette…
O Gesù, ladro dei cuori, la forza del tuo amore ha spezzato anche i cuori più duri. Tu hai infiammato tutto il mondo del tuo amore. O Sapienza del mio Gesù, inebria il mio cuore col vino del tuo amore; brucialo con questo fuoco; feriscilo con le frecce del tuo amore. Questa tua croce è balestra che mi colpisce al cuore… E sappia il mondo intero che il mio cuore è ferito!
Che hai fatto, amore mio dolcissimo? Sei venuto per guarirmi? Sei venuto per insegnarmi a vivere e mi hai fatto impazzire? O santa pazzia, che io non viva senza di te!

San Giovanni d’Avila

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: