“CON IL PECCATO MORTALE CROCIFIGGIAMO E UCCIDIAMO GESÙ” Beato Columba Marmion

-CON IL PECCATO MORTALE CROCIFIGGIAMO E UCCIDIAMO GESÙ-

Se vogliamo sapere ciò che Dio pensa del peccato, guardiamo Gesù nella sua passione.

Quando vediamo Dio colpire il Figlio suo che ama infinitamente con la morte sulla croce, noi possiamo comprendere che cosa sia il peccato agli occhi di Dio.

Oh! Se potessimo comprendere nell’orazione che per tre ore Gesù ha gridato a suo Padre: “Se è possibile, Padre, che questo calice si allontani da me” e che la risposta del Padre è stata: “No!”; se potessimo comprendere che Gesù ha dovuto pagare il debito fino all’ultima goccia del suo Sangue; se potessimo capire questo, noi avremmo un santo orrore del peccato. Come doveva essere necessariamente potente l’odio di Dio Padre per il peccato perché colpisse così il Figlio Gesù senza misura, perché lo schiacciasse sotto la sofferenza e l’ignominia.

L’anima che commette deliberatamente il peccato mortale, porta la sua parte ai dolori e agli oltraggi che piombano su Cristo. Ha versato la sua amarezza nel calice presentato a Gesù durante l’agonia. Era con Giuda per tradirlo; con i soldati per coprire di sputi la sua faccia Divina, per bendargli gli occhi e schiaffeggiarlo; con Pietro per rinnegarlo; con Erode per deriderlo; con la folla per reclamare furiosamente la sua morte; con Pilato per condannarlo vilmente con un giudizio iniquo. Era coi Farisei che coprivano Cristo spirante col veleno del loro odio insaziabile; coi Giudei per burlarsi di Lui e sopraffarlo di sarcasmi..

Questa è l’opera dell’anima che rifiuta di sottomettersi alla Legge Divina; essa cagiona la morte del Figlio Unico di Dio, di Gesù Cristo. Se un giorno noi abbiamo avuto la disgrazia di commettere volontariamente un solo peccato mortale, noi siamo stati come quell’anima. Noi possiamo dire: “La passione di Cristo è opera mia. O Gesù, inchiodato sulla croce, voi siete il pontefice santo, immacolato, la vittima innocente e senza macchia; ed io, sono peccatore!”

Il peccatore inoltre uccide nell’anima la Vita Divina, la Grazia, e spezza l’unione che Cristo vuole avere con noi.

(Beato Columba Marmion, da “Cristo Vita dell’Anima”.)

Annunci
Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: