Inno di Sant’Ambrogio: “Splendor paternae gloriae” (La Luce è venuta nel mondo)

 

Inno di Sant’Ambrogio:

“Splendor paternae gloriae” (La Luce è venuta nel mondo)

 

O Splendore della gloria del Padre

 che trai Luce dalla Luce,

 Luce della Luce e sorgente della luminosità,

 giorno che illumini il giorno,

 

Tu vero sole,

 che risplendi di eterno fulgore,

 vieni e infondi nei nostri cuori

 la luce radiosa dello Spirito Santo!

 

Supplichevoli invochiamo anche il Padre,

 Padre di perenne Gloria

 e di possente Grazia,

 perchè allontani la subdola colpa.

 

Susciti azioni valorose,

 respinga gli attacchi dell’invidia di Satana,

 ci sia propizio nelle avversità,

 ci doni la Grazia di agir bene.

 

La mente governi e regga

 in un corpo casto e fedele;

 la fede si infiammi di intenso fervore,

 e non conosca il veleno dell’inganno.

 

Cristo sia nostro cibo,

 sia nostra bevanda la fede,

 lieti attingiamo alla sobria

 ebbrezza dello Spirito.

 

Trascorra lieto questo giorno:

 il pudore sia come il chiarore dell’alba,

 la fede come il meriggio,

 l’animo non conosca il crepuscolo.

 

L’aurora procede nella sua corsa:

 si mostri tutto aurora,

 tutto il Figlio nel Padre

 e tutto il Padre nel Verbo.

 

 

Cristo è apparso nella carne: è lui nostra vita in tutto. La sua divinità è vita, la sua eternità è vita, la sua carne è vita, la sua passione è vita. La sua morte è vita, la sua ferita è vita, il suo sangue è vita, la sua sepoltura è vita, la sua resurrezione è vita di tutti.

E’ lui il chicco che si è dissolto, è morto nel suo corpo per noi, per produrre in noi una messe abbondante.

E così la sua morte è messe di vita. Quello dunque che è stato fatto in lui è vita. Carne è stata fatta in lui: è vita. Morte è stata fatta in lui: è vita. Remissione dei peccati è stata fatta in lui: è vita. Ferita è stata fatta in lui: è vita. Scherno è stato fatto in lui: è vita. Spartizione è stata fatta in lui: è vita. Sepoltura è stata fatta in lui: è vita. Risurrezione è stata fatta in lui: è vita. Guarda quante cose sono state fatte in lui! Da esse è stato prodotto il capovolgimento della nostra esistenza, che era rovinata e che ci è stata restituita.

Anche l’uomo, specificamente quello interiore, è stato fatto in lui, è stato crocifisso in lui, è stato rinnovato in lui, è stato sepolto in lui, sepolto insieme con lui, risuscitato con lui.

 (S. Ambrogio, Commento ai dodici salmi – salmo 36,36-37)

Annunci
Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: